Sorpresa: i cattolici sono in maggioranza al Congresso americano

In un Paese come gli USA in cui, nel fine settimana, circa il 60% dei cittadini frequenta un luogo di culto (sia esso una chiesa cristiana, una sinagoga, una moschea o altro) è inevitabile che la religione avrà un ruolo fondamentale nelle elezioni presidenziali del prossimo anno. Le polemiche di queste ore che hanno investito il candidato John Edwards è un esempio di tutto ciò.

Nell’attesa che la campagna per le presidenziali entri nel vivo, può essere interessante vedere come sono distribuite le varie fedi all’interno del Congresso americano. La sorpresa è che la religione maggiormente rappresentata è quella cattolica, con 155 rappresentanti. Seguono 67 Battisti, 61 Metodisti e così via. Un’altra sorpresa può essere rappresentata dal fatto che nessun musulmano siede tra i banchi del massimo consesso rappresentativo statunitense.

 

Annunci

5 Risposte

  1. GLI STATI UNITI SONO IL PAESE PIU’ PROGREDITO MA ANCHE IL PIU’RELIGIOSO E PIU’ CARITATEVOLE DEL MONDO . DA NOI I DEPUTATI SEDICENTI CATTOLICI DOCHIARANO ADDIRITTURA LA LORO “LAICITA'” DIMENTICANDO CHE DICHIARARSI LAICO SIGNIFICA NON ESSERE RELIGIOSO.

  2. Beh, ma non bisogna mai generalizzare: c’è anche chi non ha timore di dichiararsi credente, mi pare.

  3. attenzione, è una statistica con il trucco! i dati dicono che i cattolici sono una “maggioranza relativa” non assoluta. Poi se consideriamo – cosa molto ragionevole che battisti, presbiteriani, luterani, episcopali, ecc. sono tutte denominazioni protestanti … beh quello che emerge è molto diverso da quello che si dice (307 protestanti!). Se poi considerassimo la grande avanzata del cristianesimo “evangelical” … i dati sarebbero ancora più interessanti. E forse molto più problematici, per tutti.

  4. Gentile Giuseppe, sì, in effetti le cose stanno come dici tu. Io le ho esposte in quella forma solo per far vedere una prospettiva diversa dal solito. Ordinariamente, infatti, si tende a considerare gli USA come uno Stato protestante, senza considerare, magari, che il protestantesimo non è (come magari molti cattolici tendono a pensare) una realtà unitaria.

  5. […] politici vivono il rapporto con la religione è di ciò un sintomo. Tempo fa accennavamo alle presidenziali americane, ma ci sono altre elezioni, più vicine a noi sia temporalmente che geograficamente, che incombono: […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: