Settimana Santa: molti i programmi a carattere religioso

Con l’inizio, domani, della Settimana Santa, edicole e programmazioni televisive saranno invase di programmi a carattere religioso. Il Corriere della Sera e Tv Sorrisi e Canzoni lanciano insieme la collana ‘Le storie della Bibbia’ a partire da lunedì 2 aprile. Si tratta di nove kolossal, prodotti da Lux Vide a partire dagli anni Novanta in esclusiva per la Rai, e che oggi sono proposti in una nuova versione per l’edicola in doppio dvd.

Una novità sarà invece quella che Rai 1 proporrà nelle serate del 2 e 3 aprile. Si tratta de “L’inchiesta”, un film tv che narra la storia di un soldato romano inviato dall’imperatore Tiberio in Giudea per indagare sulla morte di Gesù. La regia è di Giulio Base, che qui ne parla in un’intervista a La Stampa.

Pubblicità

Bible’s Time


Mentre i settimanali italici sono alle prese con le storie di Corona’s & C., uno dei più autorevoli (o il più autorevole) settimanale del mondo dedica la sua cover story ad un tema quanto mai inattuale, o sempre attuale, che dir si voglia. Insomma, Time parla della Bibbia.

Il tutto sarà pure effetto dell’imminente Pasqua, ma è senz’altro una boccata d’aria pura.

My Sweet Lord

Cosimo Cavallaro espone a New York un Gesù di cioccolato al latte.

Update: vedo che le polemiche sono rimbalzate anche in Italia.  Ma santo cielo, nella mia ingenuità pensavo che le stesse si sarebbero incentrate sul fatto che il Cristo è di cioccolata, non che è nudo. E allora (tra gli altri) il Cristo nudo di Michelangelo? Sull’argomento, qui un interessante studio.

Arte e spiritualità tra musica e cinema

Diversi ed interessanti appuntamenti prendono il via (o si svolgono) oggi al confine tra spiritualità ed arte. I primi tre riguardano la musica. Partiamo quindi con ”Sacred Bridges”, una manifestazione romana in cui saranno proposti alcuni salmi arrangiati da compositori cristiani, ebraici e musulmani tra Cinquecento e Seicento. Spostandoci a Firenze, prende il via oggi la Settimana di musica sacra dal mondo. Da Paolo Fresu a Bach: davvero una gran varietà di autori di autori e compositori per una manifestazione che si preannuncia quanto mai interessante. Chi, come il sottoscritto, conosce ed apprezza Moni Ovadia, sarà lieto inoltre di sapere che lo stesso è impegnato oggi e domani a Firenze nello spettacolo Kavanàh. Canti della spiritualità ebraica. Passando dalla musica al cinema, è iniziata ad Alba la sesta edizione dell’Infinity Alba International Film Festival, che si propone di esplorare le tematiche della ricerca esistenziale e religiosa attraverso il linguaggio cinematografico.

Arte e cristianesimo: due importanti appuntamenti romani

Oggi a Roma sono in programma due importanti appuntamenti al confine tra arte e cristianesimo. Il primo è iniziato stamattina (e proseguirà fino a domani) presso la Pontificia Università della Santa Croce. Si tratta del convegno “Poetica e cristianesimo” e, secondo le parole degli organizzatori, ha lo scopo di iniziare una “riflessione sull’arte, sul suo significato e sulle sfide che presenta”.

Il secondo appuntamento è invece di natura musicale: presso l’auditorium della Conciliazione andrà infatti stasera in scena La passione secondo Matteo, musicata dall’Arcivescovo Hilarion Alfeev, Vescovo di Vienna e dell’Austria e rappresentante della chiesa russo-ortodossa di Mosca presso la Comunità Europea. Parole e musica, insomma.

Un taxi (non musulmano) per favore

Come si fa a conciliare i diritti di chi professa una certa religione e pensa che il porre in essere certi atti nell’ambito del proprio lavoro lo ponga in contrasto con i principi della stessa e i diritti di chi vuole usufruire dei servizi prestati da quest’ultimo, indipendentemente dalla religione dallo stesso professata? Il problema si sta ponendo in maniera sempre crescente, nelle nostre società sempre più multiculturali e multireligiose.

Un esempio ce lo offre il Los Angeles Times: a Minneapolis, molti taxisti somali di religione musulmana si rifiutano di far salire sui loro automezzi non solo chi ha con se alcolici, ma anche chi emana odore di alcol. Il problema, anche solo numericamente, non è di poco conto: circa il 70% degli oltre 900 tassisti che lavorano nella tratta compresa tra Minneapolis ed il vicino St. Paul International Airport sono infatti immigrati somali e negli ultimi cinque anni a ben 4584 clienti è stato negato l’accesso a bordo dei taxi per i motivi sopra indicati.

Sono problemi. Che non si risolveranno certo domani, quindi ne riparleremo di sicuro.

Cosa è l’induismo? In India se lo chiedono i tribunali

Che cosa è l’induismo? A porre la domanda non è un docente universitario allo spaventato studente di turno nel corso di un esame ma, come informa Asia News, un’Alta Corte di giustizia indiana. La questione non è di lana caprina in quanto, come si spiega bene nell’articolo, si tratta di stabilire se gli indù siano membri di un’unica religione oppure dell’unione di più gruppi religiosi nati in India nel corso dei secoli. La risposta alla domanda iniziale sarà importante anche per la vita concreta delle persone, in quanto attualmente il governo ha definito religioni minoritarie il sikhismo, il giainismo e il buddhismo, con le conseguenze che tutto ciò comporta. Sarà quindi interessante vedere quale risposta verrà data alla domanda.

Il Cantico dei Cantici stasera in Duomo a Milano

Beati i milanesi (e comunque tutti coloro che oggi si trovano nella metropoli lombarda) perché stasera, volendo, potranno assistere ad un evento davvero interessante: la lettura integrale del libro biblico del Cantico dei Cantici eseguita dagli attori Maddalena Crippa e Stefano Santospago con il commento di Monsignor Gianfranco Ravasi. L’iniziativa, che si svolgerà in Duomo alle 21, è organizzata nell’ambito de “Ricordati dell’amore”, il calendario di appuntamenti che la chiesa milanese, in collaborazione con altre realtà ambrosiane, propone per il tempo liturgico di quaresima.

Fedi stupefacenti: la Chiesa della Marijuana contro la polizia

Studiare il mondo delle religioni ha almeno questo di bello: che non ci si annoia mai e si scopre sempre qualcosa di nuovo. È il caso, per esempio della Chiesa della Marijuana, di cui si viene a conoscenza perché un suo addetto al culto, tal Craig X Rubin ha fatto causa alla polizia che lo aveva arrestato per possesso dell’erba stupefacente. Nel chiedere un indennizzo di trenta milioni di dollari perché i suoi diritti civili sarebbero stati violati, il “reverendo” si è così difeso: ““La nostra congregazione ordina ai membri di studiare la Bibbia, di avere fede in Dio e di bruciare regolarmente l’erba cannabis (l’Albero della Vita menzionato nella Bibbia, secondo lui) come sacramento”. Mah. Meglio stendere un pietoso velo di silenzio.

A proposito di religioni strane (questa volta inventate) avete mai sentito parlare del Discordianesimo?

Westminster: l’omelia in occasione della prima Messa per la comunità gay

Giorni fa si parlava delle Messe che la diocesi inglese di Westminster ha deciso di organizzare una volta al mese per la comunità gay, lesbica, bisessuale e transessuale londinese e per i loro familiari ed amici. Ora vedo che è disponibile online l’omelia tenuta in occasione della prima di queste celebrazioni, svoltasi lo scorso 4 marzo. Personalmente l’ho trovata molto bella e partecipe, specialmente dove dice che le persone non possono essere identificate soltanto in base al loro orientamento sessuale e dove fa riferimento al fatto che sulla montagna della Trasfigurazione (era il passo del Vangelo proposto per quella domenica) Gesù è venuto a rivelarsi a tutta l’umanità ed ognuno è chiamato a scoprire la sua identità di figlio e figlia di Dio.

Poi, certo, non sarà solo con iniziative come questa che si risolveranno i problemi di relazione e confronto tra il mondo cristiano e la comunità gay (problemi che spaziano dagli USA alla Nigeria) però è senz’altro un buon inizio.