Theology for Dummies: Giuseppe Granieri

Giuseppe Granieri è quello che si definisce un autentico guru (anche se forse a lui la definizione non piacerà). Ha un blog che chiunque si interessi di Rete & dintorni non può non leggere (io stesso l’ho inserito già da tempo nel mio aggregatore) ha scritto libri di successo e articoli per svariate riviste. Insomma, è uno che se ne intende, nel suo campo. Poi gli capita di scrivere un post in cui parla di religione e di infilare una serie di banalità dietro l’altra come non farebbero nemmeno due sciampiste ospiti di Maria De Filippi. Per dire che magari uno è competente in una cosa, ma può non esserlo in un’altra. Solo che questi guru-blogger sono tutti uguali: se qualcuno si azzarda a scrivere qualcosa che li riguarda senza dimostrare la necessaria competenza, vengono subito redarguiti, mentre loro possono spaziare sull’universo mondo. Solo un’annotazione conclusiva: utilizzare Borges per parlare di teologia (sia detto con il massimo rispetto) è come assoldare il Mago Zurlì per fargli fare il critico discografico.

E comunque Granieri continuerò a leggerlo.

Annunci

14 Risposte

  1. Nessuno è più alieno di me dall’idolatria, compresa quella nei confronti dei guru-bloggers, figuriamoci.

    Epperò, donmo, epperò… una reazione come questa non è da te. Non puoi dire “ha pisciato fuori dal vaso perché non è nel suo argomento”. Ha parlato di religione. In modo che a te non va bene? Contestalo nel merito, motiva, ma non puoi inalberarti e dire “che parli d’altro, che di questo non capisce niente”, senza contro-motivare nel merito.
    Coraggio, motiva, che poi a Granieri, se del caso, andrò a dirgliene quattro pure io 🙂

  2. Grazie per le osservazioni, Antonio.
    Allora, non intendevo certo dire che non può parlare di quello che gli pare, ci mancherebbe. Però a me le semplificazioni non piacciono mai. E allora, per esempio, che senso ha dire che “La religione, per definizione, deve essere conservatrice e immobile”? Non nego certo che sia *pure* questo, ma non è *solo*
    questo. Sarebbe come se dicessi “i blog sono tutta e solo fuffa”. Sono *anche* fuffa, ma non solo. Ma è da questa semplificazione che discende tutto, mi pare. Se poi vogliamo entrare nel merito, allora diciamo che è il potere ad essere conservatore, in questo penso che si possa semplificare senza correre il rischio di sbagliare troppo. Quindi si potrebbe dire che la religione, nelle sue manifestazioni di potere è conservatrice, fin qui ci arrivo, ma non vorrei concedere troppo alle semplificazioni perchè poi prendono la mano.
    Il fatto è che la realtà e il mondo sono complessi e anche se farebbe comodo mettere tutto il bene da una parte e il male dall’altra, le cose non sono così semplici, per fortuna, aggiungo io.

  3. Hei donmo, curiosando tra i link del post di Granieri che ci segnali sono capitata qui:

    http://apogeonline.com/webzine/2007/03/23/01/200703230101

    Accidenti: ti hanno rubato l’idea…. !! 😦

    Zoe

  4. Hai visto, Zoe? Comunque, nessun furto, tranquilla: io già c’ero 🙂

  5. Non vorrei sembrare ineducato, rispondendo. Ma (a parte la mia allergia al concetto e alla parola guru), mi sembrava di aver lasciato delle connessioni letterarie “a tema teologico” e non di aver parlato di teologia. Il fatto che le religioni debbano essere conservatrici è un punto di vista che potremmo persino definire classico nella Storia delle Religioni (l’ho pertanto trattato come una affermazione scontata e comunque parlando dal mio punto di vista). Inoltre, a differenza del tuo post, non credo di essere stato offensivo con nessuno. magari potresti rivedere alcune tue argomentazioni sui blogger spocchiosi “prima” di scrivere certi post. 🙂
    Quanto a Borges, pur essendo io un blogger che si occupa spesso di tecnologia e società, confermo un grande rispetto per il suo pensiero ellittico, a volte parossistico ma sempre illuminante. Infine, credo, non guasterebbe un po’ di sano rispetto come condimento per una dialettica. Magari sul merito 🙂

  6. Non so quali testi di storia delle religioni tu abbia consultato. Da quelli che ho studiato io non emerge che le religioni siano conservatrici, se non nel senso che dicevo rispondendo al commento di Tombolini. Anzi, spesso sono state fattore di sviluppo persino sociale, quindi (usando un’orrida comparazione) potremmo addirittura definirle *progressiste*.
    Comunque confermo che con le generalizzazioni non si va molto lontano , nè si avvia una sana dialettica.
    Quanto al tono generale del post, era, ovviamente, un genere letterario.

  7. Eccerto. Il genere era l’ingiuria 🙂

  8. Uh mamma, ma quanto siamo suscettibili! Allora, se vogliamo metterla così, non era un’ingiuria ma un’opinione. E le sciampiste che dovrebbero dire, santo cielo? E Maria De Filippi? Sei un personaggio pubblico (e che personaggio) ed è normale che ci si occupi di te, anche se magari in termini che non ti soddisfano, ti pare?
    Comunque, per dimostrarti che la mia stima per te non è diminuita, ti dirò che ho appena finito di leggere un tuo articolo (credo sia l’ultimo) su Apogeonline che mi è davvero piaciuto molto e per il quale ti faccio i miei più sinceri complimenti.

  9. Don, come diciamo noi meridionali, stavo “pazziando” 🙂
    E’ che il mio animo goliardico sperava di arrivare ad un punto in cui, magari, avrei potuto dire (io a te) “okok, porgo l’altra guancia” 😀

  10. Eh eh eh!!! Non male 🙂

  11. eheh donMo, è assolutamente vero! Fortuna che non sono una guru io, perché quando (ogni tanto nè, non dico sempre) scrivi certe cose sul Buddhismo o sull’Induismo ti tirerei le orecchie…:)

    Ma il bello di Internet è la libertà! Anche di spararle grandi. E allora perché non GG, che poi è, appunto, un blogger guru? Ci sono giornalisti di Internet (blogger famosi) che si improvvisano programmatori o, peggio ancora, quelli che si improvvisano orientalisti. Pensano che due viaggi in India e 3 libri bastino. Che non ci sia tecnica, studi e ancora studi, esperienza.

    E allora perché no, donMo? Voglio dire, per Granieri, non per te ovvio!:)

  12. guarda che se lo chiami guru se la prende, occhio:)

  13. dici? Secondo me gongola…
    🙂

  14. Ma dai, Boh, vedi il commento sopra: è allergico. Forse gli vengono pure le bolle:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: