Andhra Pradesh con obbligo di induismo

Purtroppo ogni tanto bisogna segnalare qualche cattiva notizia sul fronte della tolleranza religiosa proveniente dall’India. L’ultima (che presumibilmente sarà purtroppo tale solo in ordine di tempo) viene segnalata da Asia News e giunge dallo Stato dell’Andhra Pradesh. Il tutto è ben sintetizzato dal sommario dell’articolo: “Il governo dell’Andhra Pradesh venerdì ha stabilito un’ordinanza in base alla quale a Tirumala non può essere professata altra religione se non quella indù. Per chi viola tale disposizione sono previsti fino a tre anni di prigione, indennità fino a 5mila rupie o entrambe”. Come si spiega nel proseguio, esistono forti dubbi sulla costituzionalità della norma, ma la possibilità che la stessa venga dichiarata incostituzionale non fa lo stesso dormire sonni tranquilli a chi professa una religione diversa da quella indù, specialmente ai cristiani.

Annunci

2 Risposte

  1. vorrei leggere la provision prima di giudicare ma di solito queste cose (che sono già successe, sotto altra forma) son fatte per i missionari cristiani, per evitare o bloccare l’attività evangelizzatrice.
    Bisogna vedere che sta succedendo a Tirumala.

    In ogni caso, la Costituzione indiana e i suoi vari amendment parlano chiaramente di libertà religiosa. Mi pare quindi strano.

  2. già, infatti sembra che appaia strano anche a loro. Vedremo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: