Roma: una veglia ecumenica per non dimenticare i morti nei “viaggi della speranza”

Molto importante sotto un duplice punto di vista la veglia di preghiera che si tiene stasera presso la basilica di Santa Maria in Trastevere. Prima di tutto perché la stessa si svolgerà in memoria degli immigrati morti nei loro “viaggi della speranza” verso l’Europa. E poi perché la veglia avrà un sapore ecumenico, visto che è stata organizzata congiuntamente dalla Fondazione Cei Migrantes, dal Centro Astalli, dalla Comunità di Sant’Egidio, dalla Caritas Italiana e dalla Federazione delle Chiese evangeliche in Italia. Nei primi cinque mesi del 2007 – informano i promotori dell’iniziativa – i morti nel Canale di Sicilia sono stati 131, più 35 sulle rotte tra Algeria e Sardegna. Dal 1988 le morti documentate dalla stampa internazionale sono state 8.995: di questi 3.087 sono dispersi in mare. Sono cifre che fanno riflettere. Una veglia quanto mai opportuna come tutto ciò che contribuisce a scuotere le coscienze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: