La “Piccola via” di Teresina: un’intuizione presente in molte vie spirituali

Sono passati dieci anni da quando Santa Teresa di Gesù Bambino (più nota come Santa Teresina e particolarmente cara ai blogger) è stata nominata Dottore della Chiesa. Per l’occasione, il mensile 30 Giorni pubblica un interessante scritto della sorella Céline Martin che parla della cosiddetta “piccola via”, il punto cardine della spiritualità della santa francese. Ricorda la sorella che l’intuizione di Teresa era già stata fatta propria da quelli che lei definisce “alcuni grandi filosofi cinesi” e fa degli esempi: <<La virtù matura approda allo stato d’infanzia» (Lao Tse, VII sec. a.C.).
«Grande uomo è colui che non ha perduto il suo cuore di fanciullo» (Meng Tse, IV sec. a.C.).

E ancora: «Conoscere la virtù virile significa progredire sempre nella via del bene e ritornare all’infanzia» (Tao Ta-Ching)>>
.

Segno, questa comunanza di pensiero, che le grandi anime sanno arrivare alle medesime intuizioni indipendentemente dal punto di partenza e da quello di arrivo. La cosa darà magari qualche dispiacere ai teorici della specificità cristiana ad oltranza e a coloro che usano l’identità come una clava, ma che è comunque (o forse proprio per questo) molto consolante.

Annunci

16 Risposte

  1. Grazie donmo!
    La figura di santa Teresina è molto affascinante (quella genialità che si direbbe sapienziale) ed ha, a parer mio, la “rara” qualità (perché le vie di ascesi rischiano spesso di scoraggiare) di rendere la sua “piccola via” appetibile e in qualche modo percorribile da tutti, anche quando ci si sente indegni, lontani dalla mèta.
    Forse anche per i blogger, che spesso sono tacciati di egocentrismo, il modello di Teresina potrebbe essere utile a riscoprire l’umiltà come base del dialogo, che è poi (secondo me) il fine del blog. Essere piccoli, ma indispensabili ed unici, pezzi di un puzzle nella grande rete. Chissà se Teresina approverebbe! 🙂

  2. Sai che a questo aspetto che sottolinei non avevo mai pensato? E’ verissimo e hai fatto bene a sottolinearlo.

  3. ummmmmm, io diffido molto della famosa umiltà sbandierata dai cattolici, mi ha sempre fregato. In nome della pace e con tanta umiltà sono due cose che andrebbero cancellate. Spesso e volentieri sono false come il peccato. E poi ho parlato con diversi cardinali dai modi umili ma ammalati di potere.
    Nono, S Teresina era meglio di tutto ciò.

    p.s. I piccoli del Vangelo non erano gli apostoli?

  4. Boh, bisogna diffidare dell’umiltà di chi la sbandiera, come bisogna diffidare di chiunque sbandieri qualcosa. Ma i veri umili non diranno mai di se stessi di esserlo nè lo sbandiereranno ai 4 venti. Però ci sono, ti assicuro che ci sono.
    Quanto ai cardinali, non so che dirti, non ne ho mai visto uno da vicino, non li conosco, non so che vita facciano e ti dirò: non sono nemmeno curioso di saperlo.
    I piccoli del vangelo non sono solo gli apostoli: sono tutti coloro che voglioni essere autentici discepoli di Gesù.

  5. donMo, parole generiche: la verità è che l’ipocrisia impera e che anche (e specie, direi) negli ambienti cattolici tutta questa umiltà e desiderio di pace nascondono tutt’altro. Sono due parole abusatissime.

    Negli altri ambienti almeno non se ne parla!
    😉

  6. cosa vuoi che ti dica, Boh, se la tua esperienza è questa la rispetto. La mia è un’altra (tra parentesi credo di conoscere i cosidetti “ambienti cattolici” ammesso che se possa parlare in generale, cosa di cui dubito) abbastanza bene, ma se la tua esperienza ti porta in un’altra direzione, peccato.
    Ora però hai conosciuto uno che non dice mai di se stesso di essere umile (però lo è ;-))
    Contenta:-)?

  7. *TU* umile? ahahaAHAHAHAH!:) Mi piaci donMo!
    🙂

  8. cioè rettifico, mi sei simpatico!
    🙂

    per ambienti cattolici ti bastano CL, abbastanza bene sia qui a MI che nelle Marche, diversi personaggi dell’Opus Dei (una decina), 2 editori grandi e 1 piccolino ma non troppo (quello che mi ha copiato), 3 cardinali e 3 vescovi, nonché il mio parroco e affini (viceparroco, gli ex-parroci in pensione, ecc. ecc., che vivono alla parrocchia vicino)? Di tutti, solo il parroco è davvero umile e non è affatto umile! Né ci si professa. E’ semplice, essenziale e morigerato e non sopporta “quelli di Roma”, come li chiama lui, ehm..
    😉

    Ah pure i Focolarini, o come si chiamano, che sul gruppo di una città del centro Italia ci dovrei fare un post. Meriterebbero, o almeno meriterebbero due signore attivissime e attiviste.. (ma io imputo tutto all’ipocrisia che ti costringe a diventare sempre peggio per coprire chi davvero sei e cosa davvero fai, di bugia in bugia)

  9. Beh, direi che io e il tuo parroco abbiamo diverse cose in comune. Convincilo ad aprire un blog, dai.
    Tra l’altro, ho visto che Ravasi (ambrosiano doc e appena nominato “ministro della cultura del Vaticano”) ha intenzione di aprirne sul sito della Congregazione di cui lo hanno messo a capo. Bella cosa davvero.
    Uffa, se non fosse per l’umiltà che notoriamente mi contraddistingue, cara la mia amica, ora ti direi che sono stato il primo e ora tutti seguono la mia strada. Ma non posso dirlo 🙂

  10. proponiti per fare il co-autore:)

  11. perché non glielo dici? vieni qui, gli fai vedere le tue cose e ti proponi, tanto avranno bisogno di persone che scrivono e di uno che dirige, certo non lo scrive il ministro per la cultura del vaticano!
    Non sto scherzando affatto.

    Come Beppe Grillo, mica lo scrive lui.
    Hanno bisogno di una persona esperta e sveglia, tu sai farlo i tuoi sono sempre stati molto belli.

  12. consiglione: fatti vedere ehm appena un cicinello più umile..
    😉

    voglio dire, magari il Pezzo da 90 ci tiene! Almeno sui contenuti, e almeno agli inizi…

    🙂

  13. Grazie delle dritte, Boh:) Non male diventare la Casaleggio Associati del Vaticano 😉
    Ci puoi giurare che se si decidono una buona volta ad aprire un blog vado subito a commentare, figurati. E’ che ho qualche dubbio che lo facciano. Siti magari sì, ma quando si parla di qualcosa di social, dove la gente può esprimere liberamente la propria opinione, in certi ambienti succede come quando tocchi le corna alle lumache, chissà perchè.
    Domanda retorica:)

  14. lo faranno, lo faranno, prima o poi. Conviene. In fondo anche Papa Giovanni Paolo II sembrava apertissimo al dialogo, forse lo era non so, ma di fatto nel sociale ha ribadito i cardini del celibato die preti, del non uso degli anticoncezionali e quindi della casttità dei fidanzati, ecc.,ecc. O sbaglio?
    Quindi apriranno un blog, discuteranno e lasceranno tutto come prima.
    🙂

  15. A questo eventualità neppure io avevo mai pensato:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: