Chi vuole una seconda vita (almeno spirituale)?

La «Churches Advertising Network», un gruppo cristiano di comunicazione con sede nel Regno Unito, ha lanciato la sua campagna per il Natale 2007. Lo slogan della quale è particolarmente invitante, almeno da queste parti: “Want a second go at life?”. Anche il lettore più distratto avrà capito che ci troviamo di fronte a qualcosa che ha a che fare con Second Life. Infatti, la campagna medesima ha previsto la creazione di una vera e propria isola nel celebre mondo virtuale a disposizione dei cyber-fedeli. Simon Jenkins, un membro della società di comunicazione che è anche direttore dello spassosissimo (ma non solo) sito Ship of Fool, ha dichiarato che la popolazione di Second Life tende ad essere un po’ ostile verso le religioni organizzate e che il progetto tende a raggiungere tutte le persone che nella vita reale non hanno occasione di avere contatti con la cristianità. Certo che questi creativi della «Churches Advertising Network» devono essere proprio dei tipi originali, come dimostrato anche dalle loro campagne del passato. E comunque creativi lo sono di sicuro, molto più di certi creativi nostrani che rischiano di diventare la caricatura di sé stessi.

Annunci

3 Risposte

  1. se vogliono farlo devono essere molto spiritosi e adattarsi al linguaggio e i modi degli altri. ma non ce li vedi certi pretoni nostrani farlo…
    😉

  2. Come si dice in questi casi: esclusi i presenti:)

  3. certo, i presenti sono sempre esclusi!
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: