Leader religiosi islamici ai capi cristiani: facciamo pace in nome dell’unico Dio

È un vero peccato che la lettera scritta da 138 esponenti islamici di tutto il mondo a Benedetto XVI ed a tutti i leader delle diverse Chiese e confessioni cristiane, non abbia avuto sulla stampa l’eco che avrebbe meritato.  In essa si afferma tra l’altro che “Musulmani e cristiani insieme rappresentano più della metà della popolazione mondiale. Senza pace e giustizia tra queste due comunità religiose, non ci può essere una pace significativa nel mondo. Il futuro del mondo dipende dalla pace tra musulmani e cristiani”. La lettera evidenzia le molte similitudini tra la Bibbia ed il Corano, affermando che “le differenze non debbono essere causa di odio e conflitto”. E siccome è sempre bene andare alle fonti (è una delle bellezze della Rete il poterlo fare con relativa facilità) ecco qui in PDF il testo integrale tradotto in italiano dell’importante documento.

Annunci

8 Risposte

  1. volevo già dirtelo: questi tuoi post brevi, ma non brevissimi, sono i migliori. Ecco, volevo dirtelo ora te lo dico in pubblico:)

  2. Grazie, Boh, troppo buona:) Detto da chi se ne intende mi fa piacere!

  3. si sa se hanno avuto risposta?

  4. Credo stiano valutando la cosa, comunque mi pare sia stata accolta con favore.

  5. Bhe si è un vero peccato che non viviamo in una democrazia degna di essere chiamata tale.

    Un paese in cui pubblicizzano più la galera sotto scorta dell’autore di “Gomorra” che non i libri di Hans Kung o di Tariq Ramadan (a proposito di moderati islamici….)

    Bhe rassegnamoci al fatto che l’informazione ce la dobbiamo fare da noi!!!

  6. Ciao Simona! Ma che fine hai fatto? Stavo per andare a Chi l’ha visto 😉

  7. […] avevano indirizzato a lui e ai responsabili delle altre Chiese e confessioni cristiane. Ne avevamo parlato qui. La risposta è senz’altro una buona notizia, però, visto che il messaggio era indirizzato […]

  8. […] islamica vedrà schierati i rappresentanti del gruppo dei 138 studiosi firmatari della lettera “Una parola tra noi”. Talmente importante che il medesimo appuntamento è stato preceduto da un’intervista concessa […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: