Tra icone e dipinti zen, un fine settimana all’insegna dell’arte

Non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta per chi, in questo fine settimana, sia deciso ad andar per mostre. Eccone alcune diverse tra di loro, ma tutte ugualmente interessanti. La prima ci porta presso la basilica di Santa Maria in Montesanto, a Roma, dove ieri si è tenuta a vernice di Sulle tracce dell’Icona, una mostra degli allievi del corso di Tecniche Pittoriche Antiche della Scuola d’Arte e dei mestieri del Comune di Roma “Nicola Zabaglia” che si sono cimentati con quella che non è solo una tecnica pittorica ma prima di tutto un itinerario spirituale. Dal cristianesimo allo Zen, ecco che a Milano sono in scena i dipinti della collezione di Renzo Freschi. Si tratta di 27 lavori datati dal XVIII agli inizi del XX secolo che presentano i soggetti più caratteristici della pittura e della dottrina Zen. Tornando a Roma, ecco una mostra originale fin dal titolo: “Modigliani e la spiritualità africana”, un itinerario che mette in parallelo le opere dell’artista italiano e quelle di alcuni artisti africani. Una spiritualità poco nota ai più, quella africana, che la mostra romana contribuirà certamente a far conoscere maggiormente.

Annunci

8 Risposte

  1. Tra icone e dipinti zen, un fine settimana all’insegna dell’arte « SPIRITUAL SEEDS

    Una breve panoramica su alcune mostre che potrebbe essere interessante visitare durante questo fine settimana

  2. conosco bene la galleria e ha spesso delle mostre davvero belle! Grazie per aver segnalato questa, la mia seconda specialità è arte Zen:) e ci andrò sicuramente.

  3. donMo, questo è uno dei pochissimi vantaggi di vivere in una città come Milano ma, credi, è davvero uno dei pochi o forse l’unico…
    😦

  4. volevo dirti che sono andata alla mostra Zen: STUPENDA!
    Grazie di averla segnalata.
    Davvero meriterebbe di spenderci dei soldi, se uno li avesse, per comprare delle pitture.

    Una volta ricevevo il catalogo e l’invito all’inaugurazione a casa ma domenica il proprietario mi ha detto (giustamente) che i prof italiani sono poveri, autoreferenziali e spocchiosi e, in più, assai ignoranti: quindi non li invita più. Sono rimasta un po’ male ma non ho potuto che dargli ragione..
    😦

  5. io invece domenica mi aggiravo tra gli stand di una festa di paese con esposti funghi, tartufi e castagne (e scommetto che ti sarebbe piaciuta pure quella).

  6. molto, le feste di paese mi piacciono moltissimo!
    🙂
    di solito mi diverto e poi mangio pure, sto con la gente, sento la musca, l’aria, l’atmosfera, insomma se al Genio piacessero penso che ci andremmo spesso.

    (ma tu che ne sapevi che mi piacciono? 🙂 )

  7. Come lo sapevo? Diciamo che sono un tipo intuitivo. E sono lieto di vedere che la fama non è immeritata:)
    Comunque, ora che ci penso, devo scaricare delle foto che ho fatto, poi le metto su Flickr. Intuitivo ma sbadato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: