Notizie tra fantasy e fantascienza (ma sempre rigorosamente spirituale)

Il sottoscritto ha un’antica e mai sopita (anche se purtroppo sempre meno praticata) passione per la fantascienza. La quale passione fa capolino ogni qual volta legge notizie in grado di risvegliarla. La prima, in verità, non riguarda la fantascienza in senso stretto, bensì la fantasy, genere con essa imparentato. “The 13th Disciple” (il tredicesimo discepolo) è il titolo di un film, ancora nella fase di programmazione, che vorrebbe narrare la storia di un fratello gemello di Gesù reincarnatosi ai nostri tempi sotto le spoglie del capo di una setta religiosa. Mah. Chissà se l’opera troverà finanziatori. L’altra notizia riguarda “La bussola d’oro”, il film che alcuni gruppi di fondamentalisti cristiani (siano essi cattolici o protestanti, in questo caso, purtroppo, l’ecumenismo funziona) hanno messo sul banco degli imputati perché Philip Pullman (autore del romanzo da cui è tratto il film) sarebbe ateo. Chissà come stanno le cose, ma almeno aspettiamo di vedere il film, prima di criticare. L’ultima notizia è di scienza senza *fanta*, ma è troppo carina per non essere segnalata. Avete mai pensato che un automa avrebbe potuto realizzare un manoscritto della Bibbia alla maniera degli antichi monaci medievali? No? Allora eccovi serviti (gli originali sono più belli, però).

Annunci

5 Risposte

  1. Notizie tra fantasy e fantascienza (ma sempre rigorosamente spirituale)

    Il fratello gemello cattivo di Gesù, un film contestato, un automa che trascrive la bibbia alla maniera degli antichi amanuensi: tre notizie in bilico tra fantascienza e spiritualità

  2. Il fatto di criticare e stroncare prima di vedere il film mi pare eccessivo… d’altronde non mancano gli esempi in cui, proprio tramite questi casi, non ci siano stati ecclatanti conversioni…

  3. Già. Poi mi spiace per Nicole Kidman: si è appena “riconvertita” al cattolicesimo e ora le cade questa tegola in testa. Poverina, sarà frastornatissima.

  4. non c’è bisogno di aspettare il film, basta leggere i volumi scritti da Philip Pullman: la Bussole d’ora fa parte di una trilogia (o non ricordo se addirittura 4 volumi) nei quali l’ateismo dell’autore è evidente: alla fine dell’ultimo libro Dio, un vecchio incartapecorito e tenuto in vita artificialmente, finalmente muore e tutto questo viene presentato come un bene, mentre invece la chiesa e ciò che ne segue sono presentati come il male che va sradicato. Al di la di ciò, ho letto i libri, sono appassionanti come qualsiasi libro di fantasy, ma mia hanno lasciato dell’amaro in bocca… Non mi sembra comunque il caso di lanciarsi in crociate e anatemi… penso che qualsiasi libro o film sia ripagato da sè stesso, vedi “L’ultima tentazione di Cristo”, “il codice da Vinci” ecc.

  5. Grazie delle info, ho visto che la polemica sta montando, magari ci torno sopra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: