Molto sesso, siamo cattolici

Il titolo del post, ovviamente, non intendeva altro che rifare il verso a quello di una celebre commedia musicale, ma il problema di fondo è reale: come conciliare vita di fede e sessualità? Ne parlava anche pochi fa nel suo blog Marco Tosatti, vaticanista del quotidiano La Stampa, in un post intitolato simpaticamente Idea: Un Kama Sutra cattolico in cui riferiva di un articolo di Gordon Hilsman, già autore di un volume dedicato ai rapporti tra spiritualità e sessualità. E quanto la questione sia sentita oltreoceano è dimostrato anche da un post pubblicato da ReligionNewsBlog in cui si citano altri libri dedicati all’argomento ed un paio di siti i cui titoli lasciano poco spazio alla fantasia: The Marriage Bed e Intimate Issues. Di siti in italiano specificatamente dedicati all’argomento son siamo al corrente, ma ovviamente siamo pronti a fare ammenda se la loro esistenza ci venisse segnalata.

Annunci

6 Risposte

  1. Quella della sessualità è una delle questioni con cui prima o poi il vecchio macchinario ecclesiastico dovrà fare i conti, e decidersi a distinguere una lunga storia di oscurantismo e demonizzazone (soprattutto della donna – Eva – l’origine del peccato) dalle esigenze autentiche della vita spirituale.

    Dell’unico tema mai toccato dal Vangelo, se non di sfuggita, si rischia troppo spesso di fare il centro di una vita di fede che corre il pericolo in questo modo di perdere il suo bersaglio centrale.

    E ancora una volta la vita concreta delle persone, quella in cui soltanto, a mio avviso, si può trovare Dio, viene dimenticata o addirittura castrata (è proprio il caso di dirlo!) in nome di qualcosa che, in quanto frutto della creazione, non dovrebbe essere “cosa buona”? (e sottolineo, ma credo che sia evidente, che tale giudizio non è mio, ma del Signore stesso, che ha guardato compiaciuto la terra da lui creata. La terra, non gli angeli. La terra!).

  2. Hai ragione, anche se per onestà bisogna dire che ultimamente alcune cose sono cambiate. E poi c’è da considerare che c’è anche modo e modo di esporre le verità più ardue, solo che a volte si sceglie il meno consono.

  3. Mi stai facendo venire in mente una cosa che ho visto la settimana scorsa, nella sala di un oratorio usata per il catechismo. C’erano dei cartelloni realizzati dai bambini sui comandamenti, e per il VI il disegno era il seguente: il paradiso terrestre, Adamo&consorte sorridenti e in costume semiadamitico, nascosti tra le frasche, il serpente in agguato e sopra tutto, in mezzo al cielo, un occhio gigante tipo Grande Fratello.
    Non oso pensare ai traumi ingenerati in questi ragazzini… Ma non c’è stato un Concilio, qualche decennio fa?

  4. Già. Ma credo siano cose rimaste lì appese dall’epoca, non messe ora (almeno lo spero).

  5. Domno, il tuo blog pullula di questioni interessanti!
    Quello che qui tocchi é un’ aspetto forse tra i più controversi quando si parla di religione, in particolare di religione cattolica.
    E davvero sarebbe giusto se ne parlasse di più…corro a vedere gli articoli che ci segnali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: