Williams e Barbarin: una Chiesa che non ha paura del dialogo

A dimostrazione che la qualità non va in ferie, il numero di luglio del sempre ottimo mensile della San Paolo Jesus, riporta due interviste ad autorevoli personalità, diverse tra di loro, ma ambedue impegnate a far dialogare il cristianesimo con le istanze più genuine della modernità. Il primo di essi è il primate anglicano Rowan Williams. Ecco per esempio come risponde quando l’intervistatore gli chiede se per la chiesa non sia un rischio l’apparire a volte come un mero distributore di etica: “Se la Chiesa cerca di colmare i vuoti con un ricettario morale, allora c’è veramente un problema. Come già altri hanno detto (per esempio Bonhoeffer, ndr) non possiamo avere un ‘Dio dei vuoti’ che entra in gioco quando le spiegazioni intellettuali diventano inadeguate”. Il nome dell’altra personalità intervistata è forse sconosciuto ai più. Ed è un peccato, perché il cardinale Philippe Barbarin (è di lui che si tratta) arcivescovo di Lione, è uno degli uomini che nella Chiesa cattolica hanno più compreso l’esigenza di non arroccarsi su posizioni esclusivamente identitarie e uno di quelli più impegnati nel dialogo con le altre religioni. Ce ne fossero di più, verrebbe da dire.

Annunci

3 Risposte

  1. Grazie per la segnalazione della pagina di Jesus su Barbarin. Un’esperienza ecumenica che purtroppo non fa notizia, ma molto bella.
    Il dialogo con ebrei e musulmani secondo tanti cattolici non è possibile perchè le differenze di credo sono troppo grandi. Ma il dialogo non serve per convertire gli altri a sè, quanto per imparare a convivere nel rispetto e nella stima vicendevole. Essere diverso non significa essere sbagliato: su questo anche noi cattolici dobbiamo camminare, perchè abbiamo sempre un approccio “correttivo” col diverso, difficilmente ci mettiamo alla pari, sullo stesso piano.

  2. Non è un caso, del resto, che la stessa Chiesa Cattolica – almeno a livello istituzionale, perchè persone come te, Donmo, dimostrano che un’altra Chiesa è possibile -l’istituzione, insomma, si guarda bene dal dare risalto a figure come quelle che proponi qui…

    Ma “cattolico” non vuol dire “universale”?

  3. Beh, Engel, magari dire che la chiesa non da risalto a figure come queste è esagerato: del resto Barbarin è cardinale e vescovo di una importante diocesi! Magari è vero che non sono la maggioranza, ma mica è scritto da qualche parte che la maggioranza ha sempre ragione, ti pare?
    Mauro, molto belle e condivisibili le tue considerazioni sul dialogo. Purtroppo ancora in molti oggi lo considerano soltanto un portare a sè.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: