Spagna: laici sì, ma sempre interessati a Dio

Nonostante le massicce dosi di laicismo iniettate ormai da anni dal governo Zapatero nella società spagnola, nella medesima sembra crescere l’interesse per Dio e per il sacro in generale. È quanto si apprende da un interessante reportage pubblicato da El Pais, che riferisce tra l’altro del vertiginoso aumento di libri aventi nel titolo la parola “vangelo”: ben 463 nell’ultimo decennio, quasi il doppio di quello precedente. Nell’articolo si cita in particolare il caso di Gesù. Un approccio storico, un corposo saggio di 500 pagine che ha venduto ben 50.000 copie in sette mesi (e che ha ricevuto tra l’altro attenzioni non proprio benevole da Roma). Altro caso eclatante è quello di Juan Arias e del suo Gesù, il grande sconosciuto, giunto alla ventiquattresima edizione. In generale, come si sottolinea nell’articolo, sono i libri che mescolano eterodossia, trasgressione e mistero quelli che “tirano” di più (basti pensare tra l’altro al clamoroso successo del Codice da Vinci). Come spiega un esperto del settore, una delle motivazioni della cosa è che la gente, non avendo tempo di leggere tutto ciò che vorrebbe, sceglie ciò che sembra offrire contemporaneamente intrattenimento ed apprendimento. Né si creda che questa corrente “revisionista” riguardi solo il cristianesimo: ce ne sono chiari segni anche riguardo all’islam, anche se la letteratura al riguardo è ancora scarsa. Quest’ultimo è un dato che differenzia la situazione spagnola da quella italiana, ma chissà: forse è solo questione di tempo e la lacuna sarà colmata.

Annunci

5 Risposte

  1. […] (via twi Spagna: laici sì, ma sempre interessati a Dio (via Blog) https://spiritualseeds.wordpress.com/2008/08/06/spagna-laici-si-ma-sempre-interessati-a-dio/ « előző | りふぁーる@ぐんにょりさん — 2008. 08. 06. […]

  2. Ho sempre creduto che anche se se ne parla in modo “profano” di Cristo è comuque sempre una cosa positiva, ivi compreso l’orrendimo Codice da Vinci, a qualcuno può far scoccare la”scintilla” e approfondire la questione. E’ prorprio vero che le vie del Signore sono infinite! Questa te la devo proprio raccontare: una tipa piuttosto saccente, che penso faccia studi ad indirizzo teologico, durante uno degli ultimi incontri di preghiera, ha esordito dicendo che in Svizzera avevano un’apparecchio che riproduceva il Big Bang. Io l’ho guardata, e, sotto gli occhi divertiti del mio “Don” ho detto “Angeli e Demoni”, cara, “Angeli e Demoni”. Non ha detto più niente…..hehehe

  3. Colpita e affondata, è proprio il caso di dire 🙂
    Cmq a questa cosa del “pur che se ne parli” non avevo mai pensato. In effetti è un po’ rischiosa, ma come si suol dire “chi non risica non rosica” e questo, chissà, vale anche in questo campo…

  4. Ho imparato a conoscere queste persone che bazzicano la mia piccola parrocchia: si danno arie di sapienza, e ce ne sono diverse, che parlano soltanto per sentirsi dire cose intelligenti e interessanti. Peccato che alla fine facciano solo magre figure, ma a loro interessa solo sentire la loro voce dire qualcosa di assolutamente intelligente. A me non piacciono proprio per niente!

  5. ah l’intellighenzia 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: