Firenze: un’originale esperienza spirituale del deserto restando in città

Si chiama I viaggiatori dell’anima ed è una mostra particolare quella che si aprirà domani a Firenze nella chiesa di San Carlo dei Barnabiti. Particolare perché non solo espone trenta immagini di Massimo Schiavo, viaggiatore indipendente, guida speciale nel deserto algerino, quello di Charles De Foucauld, di cui si ricordano i 150 anni dalla nascita, ma anche perché sarà possibile camminare a piedi nudi attorno alle medesime foto e sedersi per un the ascoltando ospiti di diversa estrazione. Tra questi vale la pena segnalare Fratel Arturo Paoli, ultra 95enne, protagonista di battaglie per la pace, la libertà, la giustizia in tante parti del mondo (Argentina, Venezuela, Brasile, Algeria), medaglia al valore per aver salvato in Italia molti ebrei dal massacro, e che proprio nel deserto algerino ha scelto di diventare discepolo dei piccoli fratelli di Charles De Foucald. Altro ospite degno di menzione è don Luigi Verdi fondatore ed animatore della fraternità di Romena, nel casentino, che parlerà della sua personalissima esperienza del deserto. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 18,30 alle 23,30. L’ingresso è gratuito.

Advertisements

9 Risposte

  1. Maddài, proprio “a casa mia”! Penso proprio che ci andrò. Mi sto pian piano avvicinando alla figura di Charles de Foucauld, e questa mostra mi sembra proprio una bella occasione! Grazie per la diritta, Don!! PS se hai intenzione di mettere il naso dalle mie parti mandami una mail!!

  2. Parlavamo del deserto proprio qualche tempo fa no?
    Devono essere fotografie molto molto belle.

  3. potrei riscrivere quasi tutto quello che ha già scritto marta prima di me, grazie marta e grazie donmo!
    :o)

  4. Bella cosa vero? Mi piacerebbe davvero un sacco andare…

  5. Carina! Ho abitato 3 anni vicinissimo!

  6. Accipicchia quante fiorentine 🙂

  7. Meno male che c’è anobii! Io che vivo a Firenze e che sono innamorata di Charles de Foucauld non sapevo niente di questa mostra! Andrò sicuramente. Grazie Donmo!
    Fausta (faustina40 su anobii)

  8. Fausta, ti vengo a trovare su Anobii!!!

  9. ANCHE L’ARTE PUO’ AIUTARE OGGI LA SPIRITUALITA?
    Si ma è necessario oggi uscire dai meccanismi sterili dettati dal mercato e dal collezionismo dell’arte contemporanea al fine di perseguire quella convinzione, che si sta radicando in molti artisti, che l’arte possa ancora aiutare il mondo, come forse facevano i primi uomini creativi già nell’antichità, e questo proprio grazie alla conoscenza e alla rivelazione di verità mistico-teologiche e filosofiche(di qualunque religione o fede).
    A tale scopo ho pubblicato sul mio sito http://www.museosolari.com il manifesto della “Resurrection Art” per indicare e proporre quali ricerche e rappresentazioni di Verita’ mistiche e teologiche potranno permettere a tanti artisti di collocare le proprie conoscenze e abilità espressive oltre un piano storico e fuori dal tempo, dalle mode e dalle infinite contaminazioni.
    Se la religiosità e le varie fedi non riescono a misticizzare e spiritualizzare il Pianeta, a causa di rigidità e regole, dovrà tornare a farlo l’artista con l’arte per la resurrezione della creatività umana e quindi dei valori e delle regole a cui la creatività è legata ad iniziare dall’insegnamento didattico secondo quanto trasmessoci dai grandi maestri di ieri e di oggi.
    Dall’insegnamento didattico della creatività alla conoscenza del linguaggio Divino della creazione il passo è estremamente breve e le diverse forme di religioni o di mistica (Cristiani, Ortodossi, Cattolici, Protestanti, Ebrei, Mussulmani, Buddisti, Induisti,…), in apparenza distanti fra loro, potranno diventare più unite grazie all’arte, alla creatività dell’uomo, all’amore e alla conoscenza della natura.
    Tutti uniti dalla creatività e dal linguaggio della natura universale, dalle sue leggi e dal linguaggio divino della sua creazione. Questo linguaggio sarà il vero motore della rigenerazione e della resurrezione della creatività e dell’arte.
    In questo contesto della Resurrezione dell’Arte e del linguaggio creativo si inserisce il rinnovamento e la rinascita di alcuni ambiti specifici dell’arte che avevano già apparentemente profetizzato e annunciato alcune forme di rinnovamento creativo, filosofale, spirituale nonché culturale dell’uomo e del mondo:..il rinnovamento Cubista, il rinnovamento astrattista, il rinnovamento Dadaista….
    Ben vengano allora le esperienze, le iniziative (convegni e mostre) legate alle tre religioni monoteiste ed ai rapporti tra arte e spiritualità, tra cultura e mistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: