Animali e religioni: una notizia cattiva (e due buone)

Siccome certi titoli e soprattutto certe notizie non vorremo mai leggerli (forse il parroco in questione ha qualche problema irrisolto con gli animali e quindi il consiglio è di prendersene qualcuno che giri per casa e con cui convivere) ecco qui un paio di cose per riequilibrare un po’ la situazione. Sabato prossimo, quattro ottobre, è la festa di San Francesco d’Assisi. In Italia la cosa non è molto diffusa, ma nei Paesi di lingua inglese in quel giorno è uso fare una preghiera di benedizione per gli animali. Eccone per esempio una, mentre questo è un intero sito dedicato alle preghiere per i nostri amici non umani. Il giorno precedente la festa di San Francesco, quindi venerdì prossimo, esce invece L’Arca di Noè, un film di animazione che sembra promettere bene ed in cui la convivenza tra animali di diverse specie diventa metafora per la convivenza tra le diversità. Fortemente consigliata la visione al parroco di Spinea.

Advertisements

2 Risposte

  1. Personalmente ho un debole per gli animali: la loro innocenza e semplicità, il legame che un cane sa dimostrare nei confronti del padrone e che non stento a chiamare amore hanno molto da insegnarci. E’ vero che a volte si esagera: io stessa conosco persone che dichiarano esplicitamente di amare più gli animali degli uomini, ma credo siano casi di difficoltà relazionali, nei quali c’entra poco la fede e molto un disagio tutto umano, dovuto chissà a quali ferite nascoste. Sono d’accordo quindi sul dare a ognuno il proprio posto, ma non credo che l’amore vada parcellizzato (a questa specie sì, ad un’altra no) e tifo fortemente per le benedizioni degli animali domestici e per una cultura dell’amore e del rispetto che passa anche per la natura (e ci metto dentro anche l’ambiente, altro bersaglio del nostro egoismo e della nostra indifferenza). Leggevo che il parroco in questione rileggendo la Bibbia ha trovato per lo più espressioni di disprezzo nei confronti degli animali.
    Beh, risponderei che la Bibbia dice anche di lapidare le adultere, e direi che come risposta possa essere sufficiente.
    Bravo donmo, sono sempre più d’accordo con te!

  2. In effetti il parroco in questione è stato un tantinello superficiale. Grazie a te:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: