Facebook: una valida opportunità anche per la vita spirituale

Fa perdere tempo. Distrae. Aliena dal mondo “reale”. Ovviamente stiamo parlando di Facebook, il social network del momento (ma forse, anche se questo è un parere personale, ben più del momento) contro il quale si è negli ultimi giorni scatenata un’anacronistica guerra da parte di svariate amministrazioni locali. E chissà se anche i server del Vaticano oscureranno mai un giorno l’ormai celebre Libro della Facce.

Sarebbe un peccato, perché il medesimo offre svariate opportunità per condividere qualcosa della propria vita spirituale. E non parliamo qui dei molti gruppi dedicati alla fede sviluppatisi all’interno del mondo facebookiano, ma delle sue applicazioni, molte delle quali sono dedicate proprio a condividere con gli altri utenti la propria vita spirituale.

La maggior parte di queste applicazioni sono ovviamente in inglese, ma se ne annuncia una in italiano il cui nome fa già intuire le sue potenzialità: Praybook. A quanto pare, la nuova applicazione “permetterà di sfruttare le potenzialità di iBreviary, per la preghiera del Breviario, e di inviare ai propri amici le pagine del Vangelo o le frasi della Bibbia di maggiore gradimento ed efficacia, in perfetto stile web 2.0”.

God save Facebook, insomma.

Advertisements

7 Risposte

  1. Facebook va bene, se preso a piccole dosi, un po’ come tutte le opportunità che ci offre la rete e la tecnologia in genere. Non può diventare un pretesto per alienarsi e tirarsi fuori dalla vita reale. Facebook è un’opportunità ma va saputa gestire.

  2. Già, il problema è sempre gestite le opportunità, ma pian piano si impara.

  3. Il blog è dichiarato morto (cfr Wired) ma io, da partigiano del blog, facebook non lo capisco. Certo, anch’io ci ho cercato gli amici e i vecchi compagni di università, di militare, di… Ma poi non so cosa farmene. Insomma, mi pare il regno della chiacchiera. Come un blog fatto di soli commenti. Lo strumento permette di creare relazioni, ma strutturalmente non è prevista l’approfondimento della relazione (un testo se supera le quattro righe inizia a impastarsi. Tutto mira solo a inseguire l’accumulazione di “amici”. Facebook è una bolla relazionale! E’ un derivato. E scoppierà.. Sulla gestione delle opportunità è verissimo, solo che quel media ha una pretesa, intrinseca, totalizzante. E credo che scoppierà proprio perché non riuscirà a mantenere questa sua promessa totalizzante.
    (Ammazza, che tono grave che mi è uscito. Ma l’ho detto subito, sono un partigiano).

  4. Beh, intanto, sulla dichiarazione di morte dei blog stilata da Wired ci sarebbe da discutere e parecchio. Infatti i maggiori osservartori del settore la ritengono come minimo esagerata.
    Quanto a Facebook, non direi che abbia una pretesa totalizzante, quella casomai è tipica di strumenti quali FriendFeed, semmai (e bada che personalmente non vedo in tale pretesa una connotazione negativa).
    E non scoppierà, non credo, e se scoppiasse verrà soppiantato da altri social network, ma la strada è quella. Dicevano la stessa cosa anche dei blog. Sono stato uno dei primi blogger in Italia e ricordo bene le discussioni in proposito (molte delle quali sviluppatesi sulla carta spampata, ironia della sorte) eppure siamo ancora qua vivi e vegeti.

  5. Il blog è tutt’altro che morto! Diciamo che dopo un po’ di tempoche uno scrive c’è una scrematura naturale. Comunque se la legge sull’editoria detta “ammazzabloggers” che stanno discutendo viene approvata tanti bloggers non proprio convinti se ne andranno. Ho letto la bozza della legge usando un link dal blog di Beppe Grillo e sono veramente perplessa. Vediamo come andrà a finire!

  6. Ciao! il tuo blog è stato scelto dagli SBULLONATI per essere letto durante la trasmissione radiofonica omonima in onda lun 24 novembre, h 20, su http://www.b-radio.it!!!! ASCOLTATI!!!!!

    sbullonati@bradio.it – sbullonati.wordpress.com

  7. […] il Vaticano: alla faccia dell’antimondanità secolare, fioccano, a quanto pare, “gruppi dedicati alla fede” per “condividere con gli altri utenti la propria vita […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: