L’arte tra Oriente e Occidente (e tra modernità e tradizione)

Ci sono un bel po’ di mostre interessanti in giro, alcune delle quali conviene ricordare perchè dimostrano come religioni e spiritualità siano da sempre un serbatoio inesauribile di ispirazione per l’arte.

La prima è di Michelangelo Pistoletto, padre della cosiddetta “arte povera”, che espone a San Gimignano in una personale al titolo Il Tempo del Giudizio. Davvero particolare l’installazione che accoglie il visitatore: un tempio in cui le quattro religioni più diffuse nel mondo -Cristianesimo, Buddismo, Islamismo, Ebraismo- raffigurate a riflettere su se stesse.

Più tradizionale (anche se fino ad un certo punto, visto che l’artista si serve di materiali inusuali quali pezzi di grondaie, lamiere, porte di armadi, pietre e vecchi specchi) l’esposizione della pittrice moscovita Irina Zatulovskaya. In Cantico dei Cantici, l’artista presenta parte della propria produzione inscindibilmente legata al mondo dell’Ortodossia.

Dear God è invece il titolo della seconda personale italiana di Joe Duggan, artista irlandese che ha l’ambizione di esplorare la religione in quanto costruzione umana.

Passando all’Oriente, non si può non segnalare The Disappearing Myth – Tibetan Painting as a Witness of Transition, una collettiva dedicata alla pittura buddhista organizzata in occasione dell’omonimo convegno ed in cui espongono cinque pittori tibetani di fama mondiale.

Storia della croce vera è invece il titolo della personale di Piero Pompili, in cui l’artista si confronta da par suo con quell’autentico capolavoro dell’arte universale che è la Leggenda della vera croce di Piero della Francesca (disclaimer: alcune delle immagini sono MOLTO crude, per cui si sconsiglia alle persone sensibili alle sofferenze degli animali di aprire la pagina)

Infine, visto che si aprla di arte e spiritualità, non si può non segnalare l’iniziativa Pietre Vive, promossa dai gesuiti romani e chec’è da augurarsi possa avere un seguito.

Annunci

2 Risposte

  1. beh crude non sono, è la realtà.

  2. beh, certo, è la realtà, ma alcuni possono rimanere turbati anche da essa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: