Quaresima: molte le iniziative in cantiere tra digiuni e diritto al cibo

Con oggi, Mercoledì delle Ceneri, inizia ufficialmente il tempo liturgico di Quaresima. Il messaggio papale di quest’anno è espressamente incentrato sul tema del digiuno, ma in quanti modi (e da cosa) si può digiunare? La risposta a tale domanda sembra scontata, ma lo è affatto, visto che non di sola astinenza dal cibo può trattarsi, come spiega bene questo articolo tratto dal mensile dei missionari comboniani Nigrizia. Si può andare infatti dal digiuno dall’automobile, a quello dall’acqua minerale a quello dagli sms. E ovviamente non poteva mancare la proposta di un digiuno da Facebook.

Sempre in tema di Quaresima, una particolare menzione la merita senz’altro un’iniziativa ecumenica congiunta delle chiese cristiane svizzere. Dal 1969, infatti, le due organizzazioni di cooperazione internazionale di ispirazione cristiana Pane per Tutti (evangelici) e Sacrificio Quaresimale (cattolici), realizzano durante il periodo quaresimale una campagna ecumenica unica nel suo genere in Europa. Due gli obiettivi: il primo consiste nell’opera di sensibilizzazione degli individui sulle questioni legate alla giustizia globale, ad esempio attraverso testimonianze di vita di persone che vivono realtà diverse dalla nostra, mettendo l’accento sui meccanismi che portano alla risoluzione dei problemi. Il secondo obiettivo è da sempre la raccolta di fondi destinata a progetti nei Paesi del Sud che si iscrivono nell’ambito della politica di sviluppo mondiale. La campagna 2009, particolarmente attuale, è dedicata ai cambiamenti climatici e al diritto al cibo per tutti.

Ulteriori informazioni sul ricco sito allestito per l’occasione.

Advertisements

6 Risposte

  1. Da uno dei tuoi link, quello sul digiuno degli SMS, ho scoperto la triste realtà del coltan, di cui sinceramente ignoravo l’esistenza.
    Uno di quei casi (vedi le famose rose) in cui il nostro stile di vita (ma direi l’esasperazione dello stile di vita, vedi la caccia all’ultimo cellulare sempre più spaziale) impatta su un paese africano senza farsi tanti problemi di coscienza…

  2. già, mi pare che della cosa parlò anche Report in una puntata di circa un annetto fa

  3. Io credo che il senso del digiuno sia la rinuncia.
    Non tanto alla carne o a qualcosa di specifico, ma a quello che solitamente ci dà dipendenza.
    Che ormai, molto più che al cibo, si riferisce al nostro stile di vita.
    Ad esempio, quando ancora fumavo, nel periodo della quaresima (non solo il venerdì, ma tutti i quaranta giorni) facevo a meno delle sigarette. Ora, ovviamente, non avrebbe senso. O meglio, non avrebbe peso nelle mie giornate.
    Così come l’astinenza dalla carne (che in realtà non amo particolarmente e di cui faccio a meno volentieri).
    Perciò penso che la scelta del digiuno quaresimale debba davvero andare aldilà dell’astinenza da cibo, nella ricerca di un percorso individuale.

  4. hai ragione, bella questa cosa di digiunare da ciò da cui dipendiamo (anche più difficile, e perciò con molto più valore)

  5. […] trackback Giusto pochi giorni fa, in occasione dell’inizio della Quaresima, segnalavamo alcune iniziative tra le quali una sorta di “digiuno dagli sms”. Iniziativa certamente lodevole nelle intenzioni […]

  6. […] pochi giorni fa, in occasione dell’inizio della Quaresima, segnalavamo alcune iniziative tra le quali una sorta di “digiuno dagli sms”. Iniziativa certamente lodevole nelle intenzioni […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: