“Il Mediterraneo delle tre religioni”: un convegno a Perugia sulle religioni del “Mare nostrum”

Ben oltre la definizione di luogo geografico, il Mediterraneo incarna una rete coesa di esperienze storiche e culturali, di società e genti, modi di credere e di vivere dove lo spazio è solo una cornice. Luogo tra l’altro da sempre oggetto di analisi e di indagine perché racchiude un’idea di identità plurale in cui i credo religiosi hanno avuto una rilevanza storica indiscutibile.

E proprio “Il Mediterraneo delle tre religioni. Identità, conflitti e ibridazioni” dal Trecento al XX secolo: è l’accattivante argomento del convegno di studio organizzato dall’Università di Perugia che sarà inaugurato domani per concludersi nella giornata di venerdì.

Tra le numerose relazioni di alto livello, vale la pena segnalarne qualcuna a titolo di esempio: “La libertà religiosa nei Paesi a diritto musulmano” (Maurizio Oliviero, 27 maggio, ore 17,15); “Alterità e vicinanza. Cristiani, turchi ed ebrei attraverso le fonti del Sant’Uffizio” (Giuseppina Minchella, 28 maggio, ore 9); “La visione di Lepanto. Immagini, devozione, politica” (Martine Boiteux, 28 maggio, ore 9); “Malta, crocevia religioso in età moderna” (Francesco Russo, 29 maggio, ore 15).

L’evento si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per il settimo centenario di fondazione dell’ateneo perugino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: