Fede e comunicazione 2.0: alcuni possibili risposte

Come esprimere e proporre adeguatamente la fede in un mondo in cui dominano i media?

All’interrogativo cerca di dare una risposta John Flynn in un articolo apparso sull’agenzia  Zenit.  Partendo dall’assunto che troppo spesso  i  media sono inadeguati a parlare di temi religiosi, Flynn delinea alcune possibili risposte tratte soprattutto dal mondo evangelico (ma sarebbe forse meglio dire evangeli cale) americano ma applicabili a qualsiasi religione che voglia approcciarsi in modo adeguato ai media.

Basilare “è il fatto che l’atteggiamento del pubblico è molto cambiato. In passato, i rappresentanti delle Chiese e gli operatori cristiani rispondevano alle richieste del loro pubblico e sapevano che il pubblico avrebbe ascoltato. Per contro, oggi è il pubblico che domanda e la sfida è di fare in modo che ascolti e risponda”.  Interessante è il constatare come i concetti basilari del Web 2.0 abbiamo plasmato la mentalità dei più: “La generazione precedente era contenta di poter ascoltare le ultime omelie, ma quelli del Millennio vogliono prendere parte al dialogo e vogliono poter rispondere, altrimenti non sono interessati”.

Tra le raccomandazioni contenute nello scritto, quella di dare più potere alle immagini e il non dare valore esclusivamente ai messaggi negativi.  Infine, dare senso:  “Ciò che dobbiamo fare è mostrare alla cultura che non siamo contro di loro, che abbiamo una storia interessante e che questa può cambiare la loro situazione”.

Sfide difficili, ma non per questo (anzi, proprio per questo) appassionanti.

Advertisements

4 Risposte

  1. La fede è un dono; se si riceve si troveranno sempre, sulla propria strada, persone in grado di guidarci nella direzione giusta. La cosa che conta davvero è che chi crede abbia la capacità di vivere secondo le regole di Dio e sia, quindi, sempre di buon esempio. Questo, a parer mio, è il modo migliore di esprimere e proporre la fede.

  2. Certo, questa è senz’altro la prima cosa, ma è sempre stato interesse dell’uomo cercare nuove vie per proporre quella fede che lui sente così importante per la propria vita.

  3. Ciao don, bella domanda quella che vien posta in questo post. E’ quella che mi pongo da quando ho deciso di iniziare con il blog provarexcredere. Trasmettere fede? Comunicare fede? e cos’è la fede? bisognerebbe prima intendersi sui termini! io intanto comunico le iniziative, le esperienze, le parole che mi hanno scaldato il cuore o che hanno prodotto questo nelle persone che mi riferiscono di iniziative a cui non ho partecipato. sarebbe bello che un blog, per esempio, fosse un luogo dove chi ha sentito il proprio cuore scaldato, chi ha percepito una parola nuova per la propria vita, lo comunichi ad altri, commentando la news sull’iniziativa di cui è stato partecipe. in maniera da portare una testimonianza di vissuto, insomma. forse questa può essere una pista. mi piacerebbe sentire il tuo punto di vista…

  4. bella idea, la tua. Ho navigato un po’ nel tuo blog e ho visto che è davvero interessante, ora l’ho inserito nel mio feed reader così non mi sfugge nulla. Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: