Firenze: si svolge oggi la prima giornata della libertà religiosa

Si svolge oggi pomeriggio presso il Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio, a Firenze, un incontro  dedicato al tema della libertà religiosa promosso dalla Consulta per il dialogo con le confessioni religiose presieduta dal presidente della commissione cultura e sport del capoluogo toscano. Si parlerà di islam, ma anche di buddismo, antisemitismo e aspetti giuridici legati alla libertà confessionale.

L’appuntamento odierno è il primo incontro culturale promosso dalla Consulta, nata nell’aprile del 2009, anno in cui la medesima ha proposto e ottenuto dal consiglio comunale l’istituzione del ”Centro di In-Formazione Religiosa”, rivolto principalmente ai docenti e agli studenti delle scuole dell’area metropolitana fiorentina. Fra i relatori ci sarà padre Giulio Albanese, direttore delle riviste missionarie della Conferenza Episcopale Italiana, che approfondirà la delicata tematica de “La non-libertà di professare la fede cristiana: dimensioni del problema”, relativamente alle difficili realtà dei territori di missione, spesso caratterizzati da espressioni violente d’intolleranza religiosa. Daniela Misul, presidente della Comunità Ebraica di Firenze interverrà sul tema “L’Antisemitismo di ritorno: pericolo o realtà?” A parlare di Islam ci sarà Izzedin Elzir, Iman della Comunità Islamica di Firenze, mentre Riccardo Pacci, responsabile relazioni esterne dell’Istituto Buddista Soka Gakkai di Firenze parlerà di “La spiritualità buddista quale contributo alla libertà di pensiero e di coscienza”.

Un’iniziativa senza dubbio interessante, anche perché se ne fa promotrice un’amministrazione locale che si dimostra così attenta a questioni che esulano dalle consuete questioni della “politica politicante”.

Annunci

6 Risposte

  1. Bella iniziativa.
    A volte uno ha bisogno di sentire che esistono ancora, nel mondo, uomini di buona volontà che si impegnano per migliorare le cose.
    Perchè ci sono dei giorni nei quali ci si chiede se stiamo precipitando verso un futuro senza speranza, dove a situazioni di evidente violenza, intolleranza e arretratezza, nei paesi poveri, si affiancano posizioni di materialismo spinto, di egoismo sfrenato, nei paesi occidentali. Con una dose abbondante di corruzione che è spalmata equanimamente su paesi poveri e ricchi.

    A volte la preghiera è davvero l’unico rifugio.

  2. Firenze ha una bella tradizione in fatto di dialogo, come dimostrato dall’operato di La Pira. Anche il giovane sindaco Renzi (si parva licet) sembra indirizzato sulla medesima strada, per fortuna.

  3. La Pira, Bartali, sembrano figure di un altro millennio.
    Gente che rischiava per un ideale.
    Don Mo, per favore, leggi i post di questa mia amica http://machediamine.wordpress.com/ che vive in Indonesia. E’ una brava persona, andata in Indonesia con i migliori proposti. Ma credo che sia giusto che tu veda come, la gente del terzo mondo, sia anche pericolosa. Il mito del buon selvaggio è un mito. Noi expats lo abbiamo visto e pagato sulla nostra pelle.
    Con questo non voglio dire che dobbiamo abbandonare questi selvaggi (perchè tali, ahimé, sono) al loro destino. Dobbiamo aiutarli. Ma stiamo attenti a non perdere nel farlo le cose buone (tipo la democrazia) che abbiamo conquistato nei secoli. Il rischio è da un lato la repressione dall’altro la regressione. In medio stat virtus.

  4. caspita, certo che ne avete passate! Comunque non bisogna scoraggiarsi, anche se è vero che un conto è ragionare sulla carta e un altro vivere le esperienze sulla propria pelle.

  5. A volte verrebbe voglia di lasciarsi tutto alle spalle e di trovare finalmente la pace in qualche monastero. Ora et labora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: